Life Mental Coach

Educazione finanziaria, cos’è e perché ti serve?

Educazione finanziaria Carmela Bianco

Se vuoi che il denaro sia tuo amico devi prenderti cura dei tuoi spicci.

Così mi disse qualche anno fa un guru della finanza. E non stiamo parlando di uno che ha letto libri come Padre ricco, padre povero o L’uomo più ricco di Babilonia e credeva di aver capito come risolvere il problema della povertà su scala mondiale, ma di un imprenditore che i soldi li fa sul serio, e parliamo di cifre a 7 zeri.

Detto ciò, torniamo a noi.

Cos’è l’educazione finanziaria?

L’educazione finanziaria è quella disciplina che in un mondo capitalistico dovrebbe essere obbligatoria dalla prima media in poi ma che invece scopri solo nel momento in cui apri il tuo portafoglio e non vedi nemmeno l’ombra di un quattrino.

Ok, ok, l’ho presa larga. Te lo dico meglio: l’educazione finanziaria è quel tipo di formazione che ti fa avere un rapporto utile con il denaro e che ti insegna a gestirlo in modo corretto.

Lo sanno tutti (non occorre essere milionaria, né avere una laurea in Economia, o un master in Gestione delle finanze): per avere soldi occorre che le entrate siano maggiori delle uscite.

Certo, in un mondo dove il marketing studia di continuo come indurti ad essere quel tipo di persona che entra in un supermercato per comprare il vino ed esce con gelati, lamette, e anche il vino, è davvero difficile far quadrare i conti.

Ora però cancella subito l’immagine di te alle prese con Excel e di me che ti faccio domande sul tasso d’interesse del tuo mutuo o su quante sedute dal parrucchiere o dall’estetista dovrai cancellare per compensare l’ultimo acquisto che ti sei concessa. Non siamo qui per questo, e io non mi occupo di austerità o tesoreria, ma di aiutare le donne a riprendere il controllo sulla propria vita, e in questo post, lo faccio parlando di soldi.

Perché ti parlo di educazione finanziaria?

Semplice, il famoso due cuori e una capanna in un mondo capitalista non funziona. Quindi le cose sono due:

  1. continuare ad avere una relazione sbagliata con il denaro e ritrovarti sempre senza soldi.
  2. imparare a prenderti cura dei tuoi soldi;

Parlarti di educazione finanziaria significa questo: imparare a dare un valore diverso ai tuoi soldi e a te stessa, essendo loro la valuta con cui cambi molte ore della tua vita.

Saper gestire il denaro inoltre ti è utile per avere una maggiore libertà e indipendenza, e perché no ad aprire l’estratto conto a cuor leggero e ad uscire da quell’abitudine che ti porta a non avere un soldo.

Tuttavia, prima di andare avanti voglio darti una definizione di ricchezza:

Si è ricchi quando si hanno 20 centesimi in più rispetto a ciò che ci serve per vivere.

Hai questi 20 centesimi? Se la risposta è no, ti dirò a breve come puoi far sì che questa situazioni cambi. Se la risposta è sì e vuoi passare da 20 centesimi a molto di più, continua a leggere.

Come avere una buona relazione con il denaro in 3 mosse

  1. Aumenta la tua consapevolezza sul denaro. Lamentarsi di continuo di non avere un soldo non è sinonimo di consapevolezza né di benessere, ma è una costatazione di fatto che alcune scelte non vanno bene, quindi vanno fatte delle azioni diverse. Magari ti basterà semplicemente far luce sulle tue spese o cambiare strategia.
  2. Impara a risparmiare. Risparmiare non vuol dire vivere una vita di privazione ma scegliere di dare valore a ciò che acquisti. Quindi uscire dall’acquisto compulsivo e approdare a “Mi concedo di avere quella determinata cosa”. Ci sono diverse strategie per risparmiare (non mi dilungo ma se vuoi scoprire quella più adatta a te, scrivimi ). Saper fare ciò ti permetterà di veder crescere i tuoi soldi ma anche di approcciarti alla vita con più serenità e uscire dalla condizione di bisogno.
  3. Fai crescere il denaro. Per questo ti servono persone competenti. Ti sconsiglio vivamente di fare investimenti fai da te, perché a meno che tu non sia in grado di fare analisi dei rischi o calcoli statistici potresti avere l’effetto opposto, ovvero perdite.

Detto questo, come vedi l’educazione finanziaria ha un impatto sulla nostra vita ed è uno dei fattori che ha un grande impatto sul nostro benessere.

Certo, tu mi potresti dire “Cà, i soldi non fanno la felicità!” e io ti risponderei “È vero! Così come è vero che in un mondo capitalistico contribuiscono a offrirti degli agi che aumentano il tuo benessere.”

Svegliarsi la mattina senza l’ansia di aprire il portafoglio e vederci il vuoto, è un agio.

Andare a cena fuori senza fare tremila calcoli, è un agio.

In una situazione precaria di salute avere la possibilità di fare una visita a pagamento, è un agio.

“Nessuno ricorderebbe il Buon Samaritano se avesse avuto solo buone intenzioni. Aveva anche i soldi.”
– Margaret Thatcher

Quindi, la domanda è:

che relazione vuoi avere con il denaro? una tendente alla scarsità e alla privazione o vuoi passare a una condizione di abbondanza e benessere?

Se ti va, puoi scrivermi la tua risposta da qui.

Infine, spero che questo post sull’educazione finanziare ti sia utile. Se ti fa piacere, lascia un commento e dimmi la tua.

Ti abbraccio, Carmela 😘❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con chi ami

Leggi gli e-book